BANCA INTERMOBILIARE DI INVESTIMENTI E GESTIONI S.p.A.

Report mensile sui mercati

10 marzo 2021

Marzo 2021

Monthly News - Banca Intermobiliare

Il rialzo disordinato dei rendimenti obbligazionari partito dagli Stati Uniti a metà febbraio, è proseguito anche entrando nel mese di marzo, apparentemente trovando poca opposizione da parte della Federal Reserve. Con il rendimento dei Treasuries decennali arrivato in area 1,60%, l’onda d’urto si è propagata dal mercato obbligazionario verso gli altri mercati degli asset rischiosi, accelerando una notevole rotazione delle performance relative che erano state particolarmente resilienti durante la fase più dura della pandemia. In particolare la forte correlazione negativa dei rendimenti obbligazionari con il settore tecnologico ha praticamente azzerato i rialzi da inizio anno dell’indice Nasdaq. Inoltre la sovraperformance dei settori Value rispetto a quelli Growth continua ad ampliarsi, permettendo all’equity europeo e giapponese di sovraperformare quello USA. Se il settore finanziario sta traendo beneficio dall’irripidimento delle curve dei rendimenti, gli ultimi sviluppi sul mercato petrolifero stanno rianimando anche il comparto energetico, uno dei più arretrati nel rally post-pandemia.
Il vertice OPEC+ ha infatti fornito nuovo impulso alla tesi di un bull market strutturale delle materie prime. La linea cauta dell’Arabia Saudita sembra aver prevalso ed il gruppo dei Paesi esportatori di petrolio ha deciso di non aumentare la produzione in aprile, contrariamente ad ogni previsione che puntavano ad un aumento di 1,5 milioni di barili/giorno. Questa strategia mira a mantenere il mercato petrolifero in carenza di offerta per favorire lo smaltimento delle scorte che si erano accumulate a livelli record durante la pandemia, approfittando delle limitazioni che incontrano i produttori USA ad aumentare rapidamente la produzione.
La debolezza sul mercato obbligazionario trae chiaro supporto dallo scenario macroeconomico, che rimane fermamente orientato sulla reflazione. A dispetto della situazione pandemica ancora problematica, l’attesa accelerazione dell’economia mondiale prevista in primavera potrebbe essere anticipata di un paio di mesi. La batteria di indici PMI di febbraio è risultata complessivamente migliore delle attese, con il PMI Composito globale oltre i livelli pre-pandemia di gennaio 2020, guidato dal settore manifatturiero, il cui indice PMI è ai livelli più elevati dal 2018. Il maxi stimolo fiscale da 1,9 trilioni di US$ ed il tentativo di surriscaldare l’economia americana da parte dei policymakers sembra ben avviato e certamente supporta la divergenza della linea di politica monetaria della Fed rispetto alle altre Banche Centrali più accomodanti.
Infine l'emergere dell’eccezionalità USA è evidente anche sul mercato valutario, dove il US$ ha recuperato terreno riportandosi ai livelli dello scorso mese di novembre.

Torna all'archivio Report mensile sui mercati Stampa
BANCA INTERMOBILIARE DI INVESTIMENTI E GESTIONI S.p.A.

Disclaimer

Le informazioni e i dati contenuti nel presente documento hanno finalità promozionale e non sono da intendersi come ricerca in materia di investimenti ai sensi degli artt. 27-28 del Regolamento della Banca d'Italia e della Consob (cd Regolamento Congiunto) né mira a fornire raccomandazioni di cui agli artt. 69 e seguenti del Regolamento 11971/99 e successive modifiche.
Il documento non fornisce raccomandazioni personalizzate riguardo a una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Le informazioni contenute non costituiscono proposta di vendita o invito ad operare e non si rivolgono ad alcun soggetto specifico. Le informazioni sono state elaborate da Banca Intermobiliare sulla base di fonti ritenute attendibili ma della cui accuratezza e completezza Banca Intermobiliare non può essere ritenuta responsabile. Le informazioni fornite sono valide esclusivamente con riferimento alla data nella quale sono state prodotte. Occorre pertanto verificare le informazioni prima di agire in seguito alle stesse.

BIM declina ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite dirette o indirette derivanti dall'utilizzo delle informazioni contenute nei documenti.

Le informazioni devono essere usate soltanto per scopi informativi privati del lettore e non costituiscono un'analisi di tutte le questioni trattabili. Prima di effettuare qualsiasi operazione, l'investitore dovrà considerare la rilevanza delle informazioni ai fini delle proprie decisioni, alla luce dei propri obiettivi di investimento, della propria esperienza, delle proprie risorse finanziarie e operative e di qualsiasi altra circostanza.

È consentito scaricare sul proprio computer i report o le informazioni in esso contenute e stamparne copia esclusivamente per uso personale e non commerciale, a condizione che non siano alterate le avvertenze relative a marchi commerciali o altri diritti proprietari. È vietato trasferire, trascrivere, distribuire o riprodurre le informazioni o creare un link al sito senza il preventivo accordo di Banca Intermobiliare S.p.a.

Ogni forma di alterazione, parziale o integrale, è da ritenersi vietata.

Confermo di avere letto il disclaimer