BANCA INTERMOBILIARE DI INVESTIMENTI E GESTIONI S.p.A.
SERVIZI ON LINE Online Banking Impresa Pass

Report settimanale sui mercati

26 ottobre 2016

Report settimanale sui mercati - 25 ottobre 2016

Il Punto

Poche novità sui mercati finanziari, anche se il meeting della BCE ha prodotto qualche effetto nonostante sia stato avaro di indicazioni.
Draghi ha detto veramente poco, ma gli operatori hanno tratto dalla riunione un messaggio “dovish”: sono probabilmente state interpretate in questa direzione le due dichiarazioni del Presidente della BCE secondo cui nel corso del meeting non si è parlato di “tapering” e non giudica il mercato troppo compiacente in merito alle aspettative in termini di QE.
L’interpretazione data alle poche parole di Draghi insieme all’incremento delle aspettative di rialzo dei tassi a dicembre da parte della FED (la probabilità implicita nei FED Funds si è portata per la prima volta sopra il 70%) ha enfatizzato il differenziale di politica monetaria tra Stati Uniti ed Europa con il conseguente rafforzamento del Dollaro.
Questi sviluppi sono stati favorevoli alle Borse europee, che hanno proseguito il movimento di recupero, confermando anche la forza relativa nei confronti di Wall Street. Al di là delle differenze di politica monetaria e dei conseguenti effetti sul cambio, sono molteplici i fattori (più volte citati) che possono spiegare il positivo movimento dei mercati azionari europei:
- una gap valutativo, che tenendo conto del differenziale tassi è piuttosto ampio;
- uno stadio meno maturo del ciclo economico;
- un minore impatto dalla rotazione settoriale conseguente alle aspettative di rialzo dei tassi;
- una sottopeformance piuttosto evidente, soprattutto se si guardano le variazioni da inizio anno.
Ovviamente anche le problematiche restano sempre le stesse in Europa: in primo luogo quelle politiche ed, infatti, la prospettiva di un recupero in termini relativi rispetto a Wall Street è sempre stato inquadrato nell’ottica dello spazio temporale disponibile prima dei delicati appuntamenti politici di fine anno, il Referendum Costituzionale italiano in primis.
Il Referendum non ha soltanto una valore simbolico, ma anche di sostanza: una vittoria del no porterebbe quasi sicuramente ad una crisi di Governo, che tra le altre cose rischierebbe di mettere in dubbio il percorso di rafforzamento del settore bancario.

Prosegui la lettura del Report settimanale sui mercati - 25 ottobre 2016SCARICA >
Torna all'archivio Report settimanale sui mercati
BANCA INTERMOBILIARE DI INVESTIMENTI E GESTIONI S.p.A.

Disclaimer

Le informazioni e i dati contenuti nel presente documento hanno finalità promozionale e non sono da intendersi come ricerca in materia di investimenti ai sensi degli artt. 27-28 del Regolamento della Banca d'Italia e della Consob (cd Regolamento Congiunto) né mira a fornire raccomandazioni di cui agli artt. 69 e seguenti del Regolamento 11971/99 e successive modifiche.
Il documento non fornisce raccomandazioni personalizzate riguardo a una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Le informazioni contenute non costituiscono proposta di vendita o invito ad operare e non si rivolgono ad alcun soggetto specifico. Le informazioni sono state elaborate da Banca Intermobiliare sulla base di fonti ritenute attendibili ma della cui accuratezza e completezza Banca Intermobiliare non può essere ritenuta responsabile. Le informazioni fornite sono valide esclusivamente con riferimento alla data nella quale sono state prodotte. Occorre pertanto verificare le informazioni prima di agire in seguito alle stesse.

BIM declina ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite dirette o indirette derivanti dall'utilizzo delle informazioni contenute nei documenti.

Le informazioni devono essere usate soltanto per scopi informativi privati del lettore e non costituiscono un'analisi di tutte le questioni trattabili. Prima di effettuare qualsiasi operazione, l'investitore dovrà considerare la rilevanza delle informazioni ai fini delle proprie decisioni, alla luce dei propri obiettivi di investimento, della propria esperienza, delle proprie risorse finanziarie e operative e di qualsiasi altra circostanza.

È consentito scaricare sul proprio computer i report o le informazioni in esso contenute e stamparne copia esclusivamente per uso personale e non commerciale, a condizione che non siano alterate le avvertenze relative a marchi commerciali o altri diritti proprietari. È vietato trasferire, trascrivere, distribuire o riprodurre le informazioni o creare un link al sito senza il preventivo accordo di Banca Intermobiliare S.p.a.

Ogni forma di alterazione, parziale o integrale, è da ritenersi vietata.

Confermo di avere letto il disclaimer