BANCA INTERMOBILIARE DI INVESTIMENTI E GESTIONI S.p.A.
SERVIZI ON LINE Online Banking Impresa Pass

Report settimanale sui mercati

15 settembre 2016

Report settimanale sui mercati - 13 settembre 2016

Il Punto

Dopo la lunga fase di strettissimo trading range, l’S&P500 ha registrato venerdì un’improvvisa impennata di volatilità, che lo ha riportato sui livelli di inizio luglio (negli ultimi due mesi l’indice non aveva mai registrato una performance, in positivo o in negativo, superiore all’1% ed in rarissime occasioni era andato oltre il mezzo punto percentuale di variazione).
Alla base della seduta di risk-off vi è il movimento di repricing che ha interessato i rendimenti obbligazionari, con il decennale americano che ha rotto al rialzo il trading range degli ultimi mesi e con il Bund che è ritornato ad un rendimento positivo.
Entro certi limiti il movimento sui tassi era nell’aria ed ha trovato lo spunto:
- nel meeting della BCE della settimana scorsa in cui Draghi è risultato meno accomodante delle aspettative di una parte del mercato, anche se di fatto non ha modificato il suo atteggiamento;
- nei recenti interventi di alcuni membri della FED che hanno portato ad un aumento delle aspettative di rialzo dei tassi in vista del FOMC della prossima settimana, nonostante i recenti dati macroeconomici americani non particolarmente brillanti.
Siamo forse arrivati al momento in cui il passaggio del testimone dalle Banche Centrali ai governi diventa una necessità sia per evitare di mettere in discussione la credibilità delle Banche Centrali stesse (appare ormai troppo evidente la loro incapacità e/o l’impossibilità di spingere al rialzo l’inflazione) sia perché le politiche fiscali, avendo benefici diretti sull’economia per il tramite degli investimenti, possono supportare meglio decisioni future di politica monetarie volte alla normalizzazione della curva dei tassi. Lo scenario macroeconomico globale è sfidante e pertanto è difficile individuare il timing corretto sul repricing delle curve ma appare evidente un maggior coordinamento tra i policy makers che supporta la nostra idea che non ci sia più spazio al ribasso soprattutto laddove si è intrapresa la strada non battuta dei tassi negativi.
Al di là della volatilità di breve termine e delle considerazioni sopra evidenziate, riteniamo che le autorità monetarie riserveranno sempre un’attenzione particolare alla dinamica dei mercati finanziari cercando di gestire opportunamente movimenti avversi della volatilità attraverso la retorica e/o l’uso di strumenti adeguati al contesto: la FED sarà estremamente cauta nel percorso di rialzo dei tassi, la BCE non modificherà ancora per un ampio lasso di tempo la sua politica monetaria (anzi non si possono escludere ulteriori interventi espansivi nei prossimi mesi), discorso simile per la Boj.

Prosegui la lettura del Report settimanale sui mercati - 13 settembre 2016SCARICA >
Torna all'archivio Report settimanale sui mercati
BANCA INTERMOBILIARE DI INVESTIMENTI E GESTIONI S.p.A.

Disclaimer

Le informazioni e i dati contenuti nel presente documento hanno finalità promozionale e non sono da intendersi come ricerca in materia di investimenti ai sensi degli artt. 27-28 del Regolamento della Banca d'Italia e della Consob (cd Regolamento Congiunto) né mira a fornire raccomandazioni di cui agli artt. 69 e seguenti del Regolamento 11971/99 e successive modifiche.
Il documento non fornisce raccomandazioni personalizzate riguardo a una o più operazioni relative ad un determinato strumento finanziario. Le informazioni contenute non costituiscono proposta di vendita o invito ad operare e non si rivolgono ad alcun soggetto specifico. Le informazioni sono state elaborate da Banca Intermobiliare sulla base di fonti ritenute attendibili ma della cui accuratezza e completezza Banca Intermobiliare non può essere ritenuta responsabile. Le informazioni fornite sono valide esclusivamente con riferimento alla data nella quale sono state prodotte. Occorre pertanto verificare le informazioni prima di agire in seguito alle stesse.

BIM declina ogni responsabilità in ordine ad eventuali perdite dirette o indirette derivanti dall'utilizzo delle informazioni contenute nei documenti.

Le informazioni devono essere usate soltanto per scopi informativi privati del lettore e non costituiscono un'analisi di tutte le questioni trattabili. Prima di effettuare qualsiasi operazione, l'investitore dovrà considerare la rilevanza delle informazioni ai fini delle proprie decisioni, alla luce dei propri obiettivi di investimento, della propria esperienza, delle proprie risorse finanziarie e operative e di qualsiasi altra circostanza.

È consentito scaricare sul proprio computer i report o le informazioni in esso contenute e stamparne copia esclusivamente per uso personale e non commerciale, a condizione che non siano alterate le avvertenze relative a marchi commerciali o altri diritti proprietari. È vietato trasferire, trascrivere, distribuire o riprodurre le informazioni o creare un link al sito senza il preventivo accordo di Banca Intermobiliare S.p.a.

Ogni forma di alterazione, parziale o integrale, è da ritenersi vietata.

Confermo di avere letto il disclaimer