BANCA INTERMOBILIARE DI INVESTIMENTI E GESTIONI S.p.A.
SERVIZI ON LINE Clarisbanca Impresa Pass

News

14 novembre 2012

Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto intermedio Consolidato sulla gestione al 30 settembre 2012

COMUNICATO STAMPA


Il Consiglio di Amministrazione di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.A. approva il Resoconto intermedio consolidato sulla gestione al 30 settembre 2012::


• Raccolta complessiva consolidata a 14,2 Miliardi di Euro (+1,4 % rispetto al 31.12.2011).
• Margine di intermediazione a 90,9 Milioni di Euro (+9,9% rispetto al 30.09.2011).
• CosCosti operativi a 77,9 Milioni di Euro (76,2 Milioni di Euro al 30.09.2011).ti operativi a 77,9 Milioni di Euro (76,2 Milioni di Euro al 30.09.2011).
• Risultato della gestione operativa a 13 Milioni di Euro (6,5 Milioni di Euro al 30.09.2011).
• Risultato netto consolidato di 0,7 Milioni di Euro (14,3 Milioni di Euro al 30.09.2011).
• Confermato elevato livello di solidità patrimoniale: Patrimonio netto consolidato a 417 Milioni di Euro (404 Milioni di Euro al 31.12.2011).

Il Consiglio nomina Armando Bressan Amministratore non esecutivo di BIM.

‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐‐

Torino, 13 novembre 2012 ‐ Il Consiglio di Amministrazione di Banca Intermobiliare di Investimenti e gestioni S.p.A., riunitosi oggi sotto la Presidenza di Roberto Ruozi, ha approvato il Resoconto intermedio consolidato sulla gestione al 30 settembre 2012.
Banca Intermobiliare chiude il Resoconto intermedio consolidato sulla gestione al 30 settembre 2012 registrando a livello consolidato un margine di intermediazione di 90,9 Milioni di Euro (in crescita del 9,9% rispetto al 30 settembre 2011) ed un risultato della gestione operativa di 12,9 Milioni di Euro, pari al doppio di quanto registrato nell’analogo periodo dell’esercizio precedente.
Il risultato netto di 0,7 Milioni di Euro risulta in forte riduzione rispetto a 14,3 Milioni di Euro del 30 settembre 2011, principalmente per effetto delle rettifiche di valore negative sui crediti pari a 12,1 Milioni di Euro.
La raccolta consolidata si è attestata a 14,2 Miliardi di Euro, in leggera crescita rispetto ai 14 Miliardi di Euro del 31 dicembre 2011 (+1,4%). Dopo un semestre di mantenimento prudenziale degli asset presenti nei portafogli dei clienti, pur tenendo conto delle condizioni di incertezza e volatilità del mercato finanziario derivanti dalla crisi del debito sovrano e dall’andamento recessivo dell’economia, si è registrato un leggero incremento sia nel peso degli strumenti liquidi (la raccolta diretta ammonta a 2,7 Miliardi di Euro, +5,1% rispetto al 31 dicembre 2011), sia nella raccolta indiretta, in aumento dell’1%, principalmente per il significativo incremento della raccolta in prodotti gestiti, in particolare verso le gestioni collettive.
Gli impieghi vivi verso la clientela si attestano al 30 settembre 2012 a 1.676,9 Milioni di Euro, in riduzione del 7,7% rispetto ai volumi del 31 dicembre 2011, decremento riconducibile anche alla crescita delle attività deteriorate ed in particolare dei cosiddetti “past due” (per 81,6 Milioni di Euro) e degli incagli netti (per 13,9 Milioni di Euro).
Le attività deteriorate nette per cassa crescono dai 116,5 Milioni di Euro del 31 dicembre 2011 agli attuali 210,8 Milioni di Euro, di cui 136,5 Milioni di Euro per “esposizioni scadute”.
Il patrimonio netto consolidato è pari a circa 417,2 Milioni di Euro (+3,5% rispetto a fine 2011). I principali coefficienti patrimoniali consolidati (predisposti esclusivamente su base volontaria ed a fini di continuità informativa, dato l’ingresso di Banca Intermobiliare nel Gruppo Veneto Banca) confermano un elevato livello di solidità patrimoniale: il Tier 1 Capital Ratio consolidato ammonta all’11,29% (era 10,62% al 31 dicembre 2011) mentre il Total Capital Ratio è pari al 15,26% (era 15,68% al 31 dicembre 2011).
Alla data del 30 settembre 2012 il margine di interesse risulta in linea, attestandosi a 23,3 Milioni di Euro, rispetto a 23,4 Milioni di Euro del 30 settembre 2011. Gli interessi attivi sono aumentati sia per la crescita dei rendimenti dei titoli di debito iscritti nel portafoglio “afs” sia per l’incremento degli interessi attivi sulla clientela.
Anche le commissioni nette alla data del 30 settembre 2012 risultano in linea rispetto all’analogo periodo precedente e si attestano a 51,2 Milioni di Euro. Tra le commissioni attive si evidenzia una buona crescita delle commissioni generate dalla consulenza finanziaria, delle altre commissioni e della distribuzione dei servizi di terzi. Buona la tenuta delle commissioni sul risparmio gestito mentre in calo sono risultate le commissioni di negoziazione.
Il risultato economico complessivo delle attività finanziarie in conto proprio ha registrato un buon recupero di redditività pari a 17,8 Milioni di Euro al 30 settembre 2012 (erano 6,4 Milioni di Euro al 30 settembre 2011) nonostante la forte volatilità dei mercati (positiva nei primi sei mesi dell’anno ed attenuatasi nei mesi di luglio ed agosto) e grazie al positivo mark to market di fine periodo.
Il margine di intermediazione del periodo è stato dunque pari a 90,9 Milioni di Euro in crescita del 9,9% rispetto al medesimo periodo dell’esercizio precedente che aveva chiuso con 82,7 Milioni di Euro.
I costi operativi consolidati si sono attestati a 77,9 Milioni di Euro in crescita del 2,3% rispetto al 30 settembre 2011. Tra le voci di costo si segnala una riduzione delle spese per il personale a fronte del distacco di risorse alla Capogruppo e del contenimento delle assunzioni ed un incremento delle altre spese amministrative dovuto ai maggiori oneri sostenuti per la migrazione al sistema informativo della controllante Veneto Banca e dai nuovi costi di outsourcing.
L’utile netto consolidato di BIM e delle sue controllate si è dunque attestato a 0,7 Milioni di Euro, contro 14,3 Milioni di Euro relativi al 30 settembre 2011.
Esaminando infine il conto economico delle singole società alla data del 30 settembre 2012, Banca Intermobiliare registra una perdita di circa 1 Milione di Euro principalmente a fronte di rettifiche di valore sui crediti per 11,9 Milioni di Euro, sebbene il margine di intermediazione sia
risultato pari a 65,9 Milioni di Euro ed il risultato della gestione operativa pari a 11,2 Milioni di Euro. Tra le controllate si segnala l’utile netto di Symphonia SGR pari a 3,2 Milioni di Euro, di Bim Suisse pari a 1,3 Milioni di Euro e di Banca Ipibi per 0,5 Milioni di Euro.
*********
Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Sig. Mauro Valesani, dichiara ‐ ai sensi del comma 2 dell’articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza – che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.
*********
Si riportano in allegato i prospetti relativi al conto economico ed allo stato patrimoniale consolidati e riclassificati, inclusi nel Resoconto intermedio consolidato sulla gestione al 30 settembre 2012 approvato dal Consiglio di Amministrazione disponibile sul sito www.bancaintermobiliare.com (sezione Investor relations – Relazioni e bilanci). Si precisa che tali prospetti ed il Resoconto intermedio consolidato sulla gestione al 30 settembre 2012 non sono oggetto di revisione da parte della società di revisione.
*********
Il Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell’art. 2386 Codice Civile, ha nominato Amministratore non esecutivo di BIM Armando Bressan, il cui curriculum vitae è reperibile sul sito www.bancaintermobiliare.com sezione investor relations.
Torino, 13 novembre 2012

Contatti per la stampa:
Banca Intermobiliare S.p.A. Community Group
Franco Amato Marco Rubino
Direttore Comunicazione e Relazioni Esterne Cell. 335 6509552
Tel. 011-0828 463 marco.rubino@communitygroup.it
franco.amato@bancaintermobiliare.com
Elisa Mondadori
Tel. 02-89404231
elisa.mondadori@communitygroup.it

>> SCARICA IL COMUNICATO STAMPA COMPLETO

Torna all'archivio News Stampa